Cosa facciamo

Agricoltura sociale

 

 

è un insieme di attività che impiegano le risorse dell’agricoltura per promuovere interventi terapeutici, di riabilitazione, d‘inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione e di servizi utili per la vita quotidiana, di educazione a sostegno di persone affette da disturbi psichici e fisici e delle loro famiglie

 

Fattoria sociale

 

si connota come un’impresa economicamente e finanziariamente sostenibile, quindi di un’opportunità d’inserimento lavorativo che realizza l’attività produttiva integrandola con servizi culturali, educativi, assistenziali, formativi e occupazionali a vantaggio dei soggetti deboli, in collaborazione con istituzioni pubbliche e con il mondo del terzo settore  in stretto contatto con il territorio.

 

Apicoltura

 

 

è un allevamento di api che mira ad utilizzare i prodotti dell’alveare, come il miele, la pappa reale, il propoli e la cera d’api, anche a scopo di commercializzazione. Ma per il progetto “Il Masso” le attività previste per l’apicoltore (procurare alle api il loro ricovero, le cure necessarie e vegliare sul loro sviluppo) hanno anche uno scopo riabilitativo importante, considerando che si tratta di attività che richiedono sistematicià, capacità di osservazione, di gestione delle emozioni, ordine e lavoro in team.

 

Biblioteca

 

 

La fattoria non si occupa solo di agricoltura sociale, ma cura anche altri aspetti, come quello culturale. All’interno è presente una piccola biblioteca, dove i libri vengono etichettati, catalogati e archiviati sui supporti informatici. Le persone che frequentano la fattoria possono richiedere in prestito un testo.

Tra i titoli presenti troviamo alcuni grandi classici, come Moby Dick, il Conte di Montecristo o i fratelli Karamazov.